Scrutami

TUTTO SU YOU TUBE

eugenioamato@eugenioamato.com

 

CHI E’ EUGENIO :

Nasce  “alcuni” anni fa (ma nel vederlo ne immaginate certamente di meno ed il suo rapporto con gli -anta rimane un mistero……) a Torino, ma le sue radici sono molto più a Sud, tra Campania e Puglia, con tutto ciò che di bello e solare questo implica.
E’ una voce straordinaria, ma non solo.
Interpreta ma è anche autore.
Canta da vero professionista, ma nello stesso tempo capisci subito che quello per lui non è solo un lavoro : la sua è una voglia e forse un bisogno insopprimibile di comunicare.

Sembra cercare continuamente proprio te, con i suoi ammiccamenti, il sorriso ironico, le battute, i pezzi di danza (molteplici sono gli accenni…) e dopo un po’ sei tentato di pensare che già lo conosci e che forse sta diventando una persona che fa parte della tua vita.
Insomma, un vero animale da palcoscenico ed i costumi che indossa (che inventa e realizza personalmente) completano l’opera.
Chi lo ascolta e lo vede capisce subito di avere di fronte una persona (o un personaggio…) fuori dagli schemi della banalità.
Chi è più sensibile, tanto da non farsi abbagliare dalle luci della ribalta, riesce però a percepire anche altre cose : tra un fuoco d’artificio e l’altro spunta ogni tanto una vena di malinconia (o forse di rabbia) che fa intravedere anche le profondità che sono dietro all’Eugenio istrionico che si impone agli sguardi più superficiali.
E forse è proprio qui la chiave per capire.
La sua vicenda artistica ed umana è una sintesi del retroterra vivace, creativo ed entusiasmante ma anche crudele, ingiusto ed ambiguo che sta dietro a quello che viene definito il “mondo dello spettacolo”…un mondo che è un po’ giardino incantato un po’ giungla.
Grafico pubblicitario, studia danza classica e Jazz e nell’86 esordisce come cantante con svariati Gruppi (MC4, CRY BABY…) della scena torinese.
Percorre tutti gli scalini di un artista che crede nelle sue potenzialità ed è determinato a mettercela tutta per conquistare il posto che gli spetta nel mondo.
Lavora presso svariati studi di registrazione come “turnista”, registra svariati jingles (il piu’ importante per kinder sorpresa “gli elefantao” ferrero), partecipa ad alcune trasmissioni televisive locali, insomma si mette in proprio ed inizia a volare con le sue ali.
E nell’89 spicca il volo. Partecipa al festival di Ariccia come cantautore e lo vince con il pezzo TI SARO’ AMICO.
Rita Pavone e Teddy Reno sono i primi del mondo della canzone che conta a credere in lui. Poi seguono altri nomi di tutto rispetto : Paolo Limiti lo nota e lo apprezza, Maurizio Fabrizio scrive per lui quattro pezzi, canta come “spalla” con Bobby Solo, i Giganti, Rocky Roberts, Ivan Cattaneo, Viola Valentino, Jimmi Fontana, il Giardino dei Semplici, Gianni Bella ,Vilma Goich,Don Backy, Aida Cooper (una delle coriste di : Loredana Berte’,Mia Martini,Anna Oxa).
Ad un certo punto si profila all’orizzonte anche Sanremo. Poi il giardino incantato finisce e compare bruscamente la giungla. Eugenio si accorge ed impara che per emergere non basta avere una voce straordinaria e versatile come la sua, una grande professionalità che sfiora il perfezionismo, un grande cuore (e non a caso il primo CD tutto suo che produce si intitola proprio KUORE…) ed una forte energia creativa.
Bisogna fare i conti con le insidie di un mondo che con l’Arte non hanno nulla a che fare: senza la “spinta” giusta, la conoscenza importante, un bel malloppo da buttare sul piatto, una buona dose di disponibilità al compromesso in questo mondo anche chi ha ali in abbondanza non riesce a levarsi in volo.
Ma i giochi non sono ancora fatti ed il suo nome è di buon auspicio (Eugenio deriva dal greco e significa “ben nato”…). Le ali sono ancora lì e nulla delle sue capacità è sbiadito : la voce, l’anima, la creatività, l’energia e la rabbia (quella che, se giustamente usata diventa una forza potente) per ora vengono regalate da Eugenio al “suo” pubblico dei locali torinesi che lo ospitano, dei matrimoni e delle feste private alle quali partecipa.

Prima o poi si leverà il vento giusto e allora i suoi orizzonti saranno quelli adatti ad un cavallo di razza come lui. Se gli parlate, probabilmente vi dirà che ciò che lo lusinga di più è quando sente dire : “Ah però…Eugenio….”.

Se le cose vanno come devono andare saremo presto in molti a dirlo.

Ernesto Gallarato

NOTA AGGIUNTIVA:jingles nazionali: kinder sorpresa :”gli elefantao”,
comparsa rai : i wuzzles con Piero Chiambretti,
casting mediaset: il principe azzurro (Carra’), star 90 (Gecchi Paone),il karaoke (Fiorello) andata in onda nel 90 a saluzzo
casting rai : gran premio (Pippo Baudo)
casting musicals : dracula in love (David Zard), Mesolina (David Zard),Notre Dame de Paris (David Zard)
suscita molto entusiasmo da parte di “Paola Neri”  (UN BACIO) che applaudi’ in silenzio per evitare imbarazzi nei confronti degli altri provinanti.
PROVINI PER X-FACTOR E ITALIAN’S GOT TALENT : BRANI CANTATI THE WAY WE WHERE, JE SUIS MALADE.
DIRETTA TV “A GENTILE RICHIESTA CANALE 5 CON BARBARA D’URSO…BRANO CANTATO ENOUGH IS ENOUGH (SUMMER-STREISAND)http://www.video.mediaset.it/video/a_gentile_richiesta/clip/170449/irresistibili-anni-70.html#tc-s1-c1-o1-p1
14 GENNAIO 2012 ITALIA’S GOT TALENT CAN 5

Nello stesso anno al termine del programma viene notato dalla casa discografica media record , ed ora è acquistabile su i tunes  il suo nuovissimo ep ” i feel love” cover storica di donna summer. Ora è pronta anche una produzione in germania.

2016 comparsa nel film DALIDA rai uno